L'interfaccia di mappeWEB è stata concepita cercando di fornire all'utente informazioni cartografiche complete nel modo più semplice possibile.
Con mappeWEB è possibile esplorare e confrontare diverse cartografie, effettuare ricerche, misurare superfici e distanze, generare estratti in scala stampabili, consultare dati associati a singoli oggetti e altro ancora. Per esplorare le funzionalità offerte dall'interfaccia è sufficiente posizionare il puntatore del mouse sopra a un pulsante e leggere la breve descrizione della funzione associata.
Qui di seguito vengono illustrate nel dettaglio tutte le possibili operazioni effettuabili con questo sistema di gestione cartografica.

NAVIGARE SULLA MAPPA

Per spostarsi sulla mappa tenere premuto il pulsante sinistro del mouse e trascinarlo.
Per ingrandire o rimpicciolire la visualizzazione usare la rotellina del mouse (avanti per ingrandire, indietro per rimpicciolire) o utilizzare i pulsanti e
Per effettuare uno spostamento diretto in un’altra zona del territorio cliccare direttamente sulla mappa del riquadro "Vista complessiva" della finestra che compare sul lato sinistro della cartografia principale. L'intera finestra è liberamente posizionabile trascinandone l'intestazione e si può nascondere / espandere premendo il pulsante / alla sua destra.
E’ possibile ingrandire una mappa anche oltre la risoluzione massima dell’immagine raster, in questo caso l’immagine verrà ricampionata. Per portare la visualizzazione alla massima risoluzione nativa della mappa o, in caso di visualizzazione di più mappe, della mappa di minor dettaglio, premere il pulsante

CAMBIARE LA MAPPA DI SFONDO

La sezione “Tavole tematiche” comprende un elenco di tutti gli sfondi raster attivabili raggruppati per categorie (righe in colore azzurro). Cliccando su una categoria si visualizzerà la lista delle mappe disponibili e degli eventuali documenti pdf ad essa relativi; la categoria precedentemente aperta verrà automaticamente chiusa.
Per selezionare una mappa cliccare sul cerchietto a sinistra della riga riferita alla mappa da visualizzare oppure sul nome stesso.
La selezione di una mappa di sfondo implica automaticamente la disattivazione di quella attiva.
Alcune mappe di sfondo sono visualizzabili in toni di grigio al fine di far risaltare visivamente i livelli vettoriali sovrapposti. Per attivare / disattivare questo tipo di visualizzazione premere, se presente, il pulsante / posizionato a sinistra del nome della mappa corrente.
Se alla mappa corrente sono abbinati uno o più livelli vettoriali selezionabili comparirà a destra del nome della mappa il pulsante che, se cliccato, permetterà di visualizzare la lista dei livelli informativi associati allo sfondo. Se si desidera disattivare / riattivare la possibilità di consultare gli oggetti di un determinato livello, cliccare sul pulsante / a sinistra del nome del livello stesso. Premendo invece il pulsante a destra del livello e possibile rendere selezionabile esclusivamente il livello selezionato ("rendi selezionabile solo questo layer") oppure esclusivamente tutti gli altri livelli dello sfondo raster attivo ("rendi non selezionabile solo questo layer").
La comparsa del pulsante legenda a destra della scritta “Tavole tematiche” indica la presenza di una legenda raster riferita alla mappa corrente. Per visualizzare o nascondere la legenda premere il pulsante legenda oppure, per nasconderla, premere il pulsante X sull’angolo in basso a destra della legenda stessa. La navigazione sulla finestra di legenda avviene con le stesse modalità della navigazione sulla finestra cartografica, con la sola differenza che lo zoom è effettuabile esclusivamente agendo sulla rotellina del mouse.
E' possibile che a una categoria di sfondi raster siano associato documenti pdf. In questo caso dopo la lista degli sfondi comparirà una voce Documenti pdf che, se cliccata, mostrerà una lista dei documenti scaricabili o dei link ipertestuali di riferimento.

ACCENDERE LIVELLI VETTORIALI AGGIUNTIVI

Nella sezione “Temi aggiuntivi” sono elencati livelli vettoriali sovrapponibili allo sfondo raster.
Per attivare / disattivare un livello cliccare sulla casella / a sinistra del nome.
Per modificare la grafia di un tema attivo cliccare sul campione di legenda a destra del nome (se visibile); comparirà a centro video una finestra con una serie di tendine e cursori che consentono di modificare parametri grafici come il colore, la trasparenza, la tipologia del tratteggio e lo spessore della linea/bordo o il colore, la trasparenza e la tipologia del retino dell’eventuale riempimento.
Sull'interfaccia stessa è presente un'anteprima della grafia elaborata, premendo il pulsante X in alto a destra la modifica della grafia del tema selezionato non verrà modificata.

CONFRONTARE DUE MAPPE

Premendo il pulsante / si attiva / disattiva il confronto simultaneo di due mappe cartografiche.
A ciascuna mappa corrisponde una specifica scheda con la vista complessiva e l’elenco dei livelli.
Lo spostamento e l’ingrandimento delle due mappe sono automaticamente sincronizzati e in corrispondenza della posizione del cursore del mouse su una mappa viene riportato un simbolo grafico anche sull’altra. Se si desidera disattivare / riattivare la navigazione sincronizzata delle due finestre premere il pulsante / che compare accanto al pulsante una volta attivata la visualizzazione a doppia finestra.

SELEZIONARE E CONSULTARE OGGETTI

Per selezionare e visualizzare i dati degli oggetti vettoriali presenti in una determinata posizione, cliccare con il pulsante sinistro del mouse direttamente sulla mappa.
Se in quella posizione geografica è presente almeno un oggetto selezionabile, comparirà sulla destra la finestra “Risultati interrogazione” con l’elenco di tutti gli oggetti individuati e contemporaneamente sulla mappa verrà evidenziato il contorno del primo oggetto della lista.
Cliccando sulle righe in azzurro della finestra “Risultati interrogazione” è possibile selezionare ogni singolo oggetto e visualizzarne i dati (a seconda della configurazione della specifica applicazione si può trattare di stringhe alfanumeriche, immagini fotografiche, collegamenti ipertestuali a file pdf e altro ancora). Per azzerare la selezione chiudere la finestra “Risultati interrogazione” premendo il pulsante X in alto a destra sulla finestra stessa.
La finestra “Risultati interrogazione” è liberamente posizionabile trascinandone l’intestazione.

RICERCARE OGGETTI

Per effettuare la ricerca di oggetti cartografici tramite l’inserimento di dati alfanumerici cliccare il pulsante e verrà visualizzata una tendina con tutte le opzioni di ricerca disponibili.
In alternativa è possibile premere il pulsante a destra di temi vettoriali associati a sfondi raster o di temi aggiuntivi e selezionare la voce "ricerca gli oggetti di questo layer".
Una volta attivata la ricerca del livello di interesse comparirà una maschera per la definizione dei criteri di ricerca oppure, qualora non fossero presenti attributi alfanumerici significativi per l'impostazione dei criteri, verranno direttamente visualizzati in mappa tutti gli oggetti del livello vettoriale.
A seconda dei casi, per ciascun attributo, può essere richiesto l’inserimento di un "valore esatto", nel senso che verrà ricercata l’esatta corrispondenza con il dato alfanumerico inserito, oppure di un ““valore parziale””; in quest’ultimo caso verranno considerati come corrispondenti tutti i valori che contengono la stringa inserita. Se non si desidera includere un determinato attributi tra i criteri di ricerca è sufficiente non inserire alcuna stringa; gli attributi con la scritta "obbligatorio" devono invece essere necessariamente compilati.
La pressione del tasto TAB sulla tastiera consente di procedere all’inserimento dei dati nell’eventuale attributo successivo.
Una volta inseriti i dati da ricercare cliccare sul pulsante “cerca” o premere il tasto INVIO sulla tastiera.
Se nessun oggetto corrisponde ai criteri impostati comparirà direttamente sulla maschera di inserimento la scritta “nessun oggetto trovato” e sarà possibile procedere subito all’inserimento di nuovi criteri o, in alternativa, uscire dall’operazione di ricerca chiudendo la finestra di inserimento dati tramite un clic sulla croce in alto a destra.
Se invece uno o più oggetti corrispondono ai criteri impostati, la maschera di inserimento si chiuderà, comparirà in alto a destra la finestra “Risultati ricerca (n di N)” (dove "n" è il numero progressivo dell’oggetto corrente e "N" il numero totale degli oggetti individuati) e la mappa cartografica verrà riposizionata sul primo oggetto individuato.
Per visualizzare gli eventuali altri oggetti rispondenti ai criteri di ricerca impostati cliccare sul pulsante Per tornare a visualizzare l’oggetto precedente cliccare sul pulsante La pressione del pulsante intermedio riporta la visualizzazione della mappa sull’oggetto corrente (in casi di particolari configurazioni dell'applicazione, questo pulsante potrebbe riportare un dato alfanumerico significativo per il livello ricercato).
.

MISURARE AREE E DISTANZE

Cliccando il pulsante comparirà un menu con le voci “misura lunghezza” e “misura area”.
Selezionare una di queste voci per disegnare sulla mappa la linea o l’area da misurare, inserendo ciascun punto con un clic del pulsante sinistro del mouse. Per annullare l’inserimento dell’ultimo punto premere il pulsante CANC sulla tastiera, per annullare l’intera operazione di disegno premere il pulsante ESC. Un doppio clic del mouse, come inserimento dell’ultimo punto, determinerà la chiusura dell’oggetto disegnato e la comparsa di una finestra con l’indicazione della misura effettuata. Una volta attiva la funzione di misura comparirà a destra del pulsante il pulsante che, una volta premuto, consentirà di visualizzare sulla mappa un riquadro con la misura dell'oggetto durante l'operazione di disegno.

GENERARE ESTRATTI PDF IN SCALA

Per generare un file pdf in formato A4 orizzontale della cartografia correntemente visualizzata cliccare il pulsante (dove N e il denominatore della scala a cui verrà generato l'estratto). A seconda del browser utilizzato verrà aperta una nuova scheda con il pdf generato oppure verra proposto il download del file.
Il file pdf generato conterrà, oltre alle mappe cartografiche con i loro riferimenti, anche eventuali viste complessive visibili e legende raster attivate. In alto sarà inserita la data di generazione dell'estratto e verranno visualizzati anche eventuali perimetri di oggetti selezionati. La scala è direttamente legata allo zoom impostato. Disattivando la sincronizzazione delle finestre è possibile rappresentare in un unico estratto mappe a differenti scale.

INSERIRE, MODIFICARE ED ELIMINARE OGGETTI

Se questa funzione (attivabile solo su aree riservate) è stata predisposta, comparirà il pulsante che, una volta premuto, permetterà di selezionare le voci: “inserisci punto”, “inserisci linea” e “inserisci area”. Ciascuna di queste opzioni consente l'inserimento di oggetti di diversa tipologia geometrica in uno o più livelli vettoriali predisposti (frequente è l'attivazione di un particolare livello denominato “Appunti”).
L'inserimento di aree e linee avviene con le stesse modalità della misura di aree e distanze mentre, per inserire un punto, è sufficiente un clic del pulsante sinistro del mouse nella posizione desiderata.
Terminata la digitalizzazione comparirà una finestra che consentirà di inserire i dati associati. In alcuni casi possono comparire delle tendine a scelta multipla; gli attributi marcati come "obbligatorio" devono essere compilati.
Qualora la configurazione dell'applicazione consentisse l'inserimento in più livelli vettoriali di oggetti compatibili con la geometria digitalizzata, prima di procedere all'inserimento degli attributi verrà chiesto di selezionare da una tendina il livello in cui si desidera registrare l'oggetto disegnato.
Al termine dell'inserimento degli attributi gli oggetti vengono registrati in un database e potranno essere selezionati e visualizzati nei successivi accessi al sistema da tutti gli utenti abilitati. Gli oggetti inseriti, una volta selezionati, possono essere eliminati o modificati dall'utente che li ha creati premendo i pulsanti che compaiono nella finestra “Risultati interrogazione” o “Risultati ricerca”.
In particolare, per eliminare un oggetto premere il pulsante eliminae rispondere affermativamente alla richiesta di conferma. Per modificare i dati associati all'oggetto premere modifica dati e apportare le modifiche desiderate nella maschera che compare successivamente.
Infine, per modificare la geometria premere modifica geometriae modificare la geometria dell'oggetto selezionato cliccando i vertici con il tasto sinistro del mouse e trascinandoli in nuove posizioni, eliminando i vertici con un singolo click del tasto sinistro del mouse e creando nuovi vertici cliccando, sempre con il tasto sinistro del mouse, su un segmento e trascinando il nuovo punto generato in una nuova posizione. Al termine dell'operazione premere il pulsante conferma per rendere definitiva la modifica oppure il pulsante annulla per ripristinare la geometria originale.

VISUALIZZARE MAPPE SU SMARTPHONE

Per rendere possibile l'utilizzo di informazioni cartografiche anche su schermi di dimensioni ridotte come quelli degli smartphone, l'interfaccia mappeWEB configurata per questi dispositivi presenta alcune modifiche.
Anzitutto la consultazione è limitata ad una singola mappa e non è presente la vista complessiva. La disposizione dei comandi è più compatta e non sono presenti pulsanti specifici di zoom e di misurazione di aree e distanze.
L'inserimento di oggetti cartografici (punti) è comunque configurabile ed è inoltre possibile, condividendo la posizione, centrare la mappa sulle coordinate di geolocalizzazione del dispositivo tramite la pressione del pulsante . In questo modo mappeWEB può diventare anche uno strumento per l'inserimento di appunti geolocalizzati direttamente sul campo.